Al via il compostaggio di comunità: c’è il decreto

22/05/2017

Il decreto è il 266/2016, che ha come titolo “Regolamento recante i criteri operativi e le procedure autorizzative semplificate per il compostaggio di comunità di rifiuti organici”. E’ stato  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 febbraio 2017 scorso ed è entrato in vigore il 10 marzo; fissa i criteri operativi e le procedure organizzative semplificate per l’attività di compostaggio di comunità. Vedi Gazzetta Ufficiale, oppure leggi l’articolo di presentazione


Piante selvatiche commestibili

19/05/2017

Un interessante pdf in regalo a cura del Parco Naturale Regionale Oglio Nord.
Le piante selvatiche commestibili: le proprieta’ medicinali e le ricette da fare in cucina. Tanti spunti per una cucina sana e naturale.
Vai alla pagina dove scaricare il file pdf …


diNatura: Casa del compost in Sicilia

26/04/2017

La Casa del Compost è stata progettata e realizzata da Naca a Ferla, piccolo borgo nell’entroterra siracusano inserito nel tra i borghi più belli d’Italia, alle porte della necropoli di Pantalica. Piccolo e ambizioso progetto, è il frutto della collaborazione tra la giovane amministrazione comunale, da anni è impegnata nella valorizzazione del proprio territorio secondo i principi della strategia Rifiuti Zero e Umido e Fermento di Danilo Pulvirenti e Marco Terranova, architetto di Naca. Per saperne di più …


La moltiplicazione degli orti comunitari

24/04/2017

Tra i fenomeni più attuali in tutto il mondo, Italia compresa, c’è questo ritorno alla terra, questa voglia di contatto con la natura, sporcandosi le mani di terreno, che coinvolge soprattutto le popolazioni delle grandi città: diventare o ri-tornare contadini, fosse anche nel tempo libero, non è una moda ma un modo consapevole di guardare al verde come un qualcosa di cui prendersi cura, riconnettere la campagna alla città. Leggi l’articolo per intero ….


WINELEATHER: Pelle vegan tutta italiana, dagli scarti della produzione di vino

19/04/2017

Si chiama Wineleather e intende rivoluzionare il settore della pelletteria con le sue caratteristiche: è resistente, ecofriendly e nessun animale viene ucciso o torturato per la sua realizzazione. Questa pelle è infatti prodotta trasformando la vinaccia, scarto che altrimenti diventerebbe rifiuto senza tappe intermedie. Per saperne di più …


Da rifiuto a risorsa della valle: così rinasce una filiera corta della lana

19/04/2017

“Bollait”, ovvero “gente della lana” nell’antico dialetto della Valle dei Mocheni, vallata in provincia di Trento. Il progetto nasce su iniziativa di un gruppo di donne locali con la passione per la lana che decidono di mettersi insieme e formare un comitato di scopo. Il loro obiettivo è quello di recuperare la grande quantità di lana prodotta in questa zona (circa 3-4 mila chilogrammi all’anno) e per lo più buttata. Per saperne di più …


Panta Rei, un Centro di esperienze per l’educazione e la formazione alla sostenibilità

08/01/2017

panta-reiCondivisione e consapevolezza, bioedilizia e responsabilizzazione, formazione e relazioni umane. Sono questi gli ingredienti che, sapientemente mescolati alla terra cruda e ad altri materiali del posto, hanno dato vita al Centro di esperienze per l’educazione allo sviluppo sostenibile Panta Rei: un incantevole microcosmo dolcemente incastonato in una cornice naturale di rara bellezza. Situato nel cuore dell’Umbria, regione che ospita molte tra le esperienze più avanzate d’Italia, Panta Rei poggia sulla parte alta di una collina che scende fino al lago Trasimeno ed è circondato dagli alberi. Leggi l’articolo completo su Italia che Cambia ….