Budrio: festa degli Alberi

20/11/2017

Domenica 26 Novembre 2017 si terrà la consueta Festa degli Alberi promossa da Legambiente. A Budrio, con il patrocinio del Comune e con lapresenza dei volontari dell’ass. ECO e del gruppo BIT verranno distribuiti gratuitamente alberelli e arbusti presso la Coop, in Via Creti, 9, dalle ore 9.30 circa fino alle 12:30. Altre notizie sul sito di Legambiente (il programma sarebbe per 20 e 21 novembre, a Budrio per problei organizzativi siamo passati al 26)

 


Big Cities – Berlino: Un eco-villaggio nel centro della capitale

11/11/2017

Un eco-villaggio nel centro della capitale. Il quartiere “Rundling” di Berlino rappresenta un metodo innovativo di convivenza tra diverse famiglie in una piccola comunità auto-organizzata. Video realizzato da Rai Scuola per la serie Big cities ….


Le aree rurali sono la chiave per la crescita economica dei Paesi in via di sviluppo

10/10/2017

Secondo il nuovo  rapporto della Fao “ The state of food and agriculture 2017” «Occorre mettere i milioni di giovani dei paesi in via di sviluppo che entrano nel mercato del lavoro nelle condizioni di non dover scappare dalle aree rurali per sfuggire alla povertà.  Leggi tutto l’articolo …


Giornata Europea delle Comunità Sostenibili: ecco gli eventi italiani

22/09/2017

Domani si terrà la prima Giornata Europea delle Comunità Sostenibili, un evento che coinvolge tutti gli ecovillaggi d’Europa e che ha l’importante scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e la classe politica sul ruolo che queste comunità rivestono. Leggi l’articolo su Italia che Cambia ….


Amsterdam: ReGen, l’ecovillaggio autosufficiente

22/09/2017

Un eco-villaggio del tutto autosufficiente sia dal punto di vista energetico che alimentare. Sta nascendo ad Almere, una cittadina alle porte di Amsterdam, la comunità ‘ReGen’, che per la prima volta metta in pratica un modello sviluppato da ReGen Villages che punta alla totale autonomia. Produzione sostenibile e riciclo sono le parole chiavi di questo modello innovativo, dove l’energia elettrica è prodotta in loco da fonti rinnovabili, il cibo viene coltivato dagli abitanti per gli abitanti e i rifiuti vengono smaltiti e riutilizzati con pratiche a basso impatto ambientale. Vedi articolo …


Intervista a quattro mani a Looby MacNamara

05/05/2017

Looby McNamara è una delle figure di riferimento del movimento internazionale della permacultura in particolare dedica molte energie e attenzioni ai processi sociali ed umani. Dopo averla conosciuta a Bolsena per l’EUPC2016, ecco l’intervista a cura di Deborah Rim Moiso e Giovanni Santandrea di Transition Italia. Testo apparso su Vivere Sostenibile di maggio e sulla rivista online Permacultura e Transizione


Senza comunità la politica è morta

09/02/2017

resilience-monbiotLa cultura stimola la partecipazione attiva in politica … crea la solidarietà sociale, proponendo e attuando una visione di un mondo migliore… ricostruendo la società dal basso verso l’alto, le forze politiche e i governi andranno ad allinearsi con quello che la gente vuole. Ce la possiamo fare. E non ci serve il permesso di nessuno per iniziare”  … parole sagge di George Monbiot sul Guardian  (in inglese, ma ormai si può leggere quasi decentemente anche con il traduttore automatico)


Bologna Città resiliente, appuntamento il 3 marzo in Salaborsa

08/02/2017

bologna_resiliente_0La città di Bologna ha incluso il tema dei cambiamenti climatici in molte delle politiche e delle azioni intraprese negli ultimi anni. Tra il 2011 e il 2015 l’Amministrazione comunale ha lavorato a due strumenti che rispondono all’esigenza di mitigare e adattarsi agli impatti del clima sul territorio: il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e il Piano Locale di Adattamento, nato grazie a BlueAp, un progetto Life+ finanziato dalla Commissione Europea. Per saperne di più …


Intervista a Nicola Savio

06/01/2017

realizzata da Cristiano Bottone per il canale tematico youtube “Transitionitalia Video” ….


La casa delle sementi

28/12/2016

casa-sementiLe case delle sementi, nate in America Latina e diffusesi in Europa agli inizi del XXI secolo, sono modelli di gestione collettiva della biodiversità coltivata. Il loro scopo è creare luoghi per la conservazione e diffusione di antiche sementi, ovvero quelle sementi da sempre selezionate nei campi dai contadini e non sottoposte ad alcuna modifica in vitro da parte di multinazionali e aziende sementifere. Leggi tutto …