Programma eventi promosso da SLIT S.Lazzaro in Transizione

17/01/2018
Il BIoMercato non è solo mercato! Oltre ad offrire prodotti di qualità i consumatori possono seguire gratuitamente eventi interessanti che incentivano consapevolezza verso scelte alimentari a basso impatto ambientale e per un mondo più sostenibile. In questo quadrimestre si è cercato di dar voce ai giovani e alle proposte uscite dai produttori del BioMercato.
a corredo del BioMercato Villa Serena (Via Jussi, 33 San Lazzaro di Savena)

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

WINELEATHER: Pelle vegan tutta italiana, dagli scarti della produzione di vino

19/04/2017

Si chiama Wineleather e intende rivoluzionare il settore della pelletteria con le sue caratteristiche: è resistente, ecofriendly e nessun animale viene ucciso o torturato per la sua realizzazione. Questa pelle è infatti prodotta trasformando la vinaccia, scarto che altrimenti diventerebbe rifiuto senza tappe intermedie. Per saperne di più …


Seminare futuro

16/09/2016

Bio Hybrid: innovativo quadriciclo elettrico

09/09/2016
bike-eUn po’ e-bike, un po’ e-car. Ecco l’idea alla base di Bio-Hybrid, un progetto nato in Germania per la nuova mobilità sostenibile che da poco è stato presentato ufficialmente da Schaeffler. Perché unire elettricità e pedalata? La motivazione è molto semplice.L’azienda pensa che per la mobilità sostenibile del futuro non ci potremo basare soltanto sull’elettricità, dunque è già necessario ricercare delle alternative. Per saperne di più …


La Danimarca verso il 100% bio

22/08/2016

danimarcaE’ già il Paese al mondo più sviluppato in merito al commercio di prodotti biologici, ma alla Danimarca non basta: il governo danese ha messo a punto un piano – da oltre 53 milioni di euro solo nel 2015 – che si rivela il più ambizioso del Pianeta per convertire l’agricoltura di un intero Paese in agricoltura biologica e sostenibile. Leggi l’articolo …


Ricercatore italiano studia la fotosintesi inversa

06/08/2016

david-cannella1David Cannella, giovane promessa della ricerca a capo del team che all’università di Copenaghen ha scoperto come generare energia pulita attraverso la “fotosintesi inversa”.  Il valore di questa ricerca, consiste proprio nel fatto che «si utilizza dell’energia gratuita e rinnovabile dal sole per poter degradare la cellulosa di scarto agricolo e non commestibile per fermentare biocarburanti di seconda generazione (bioetanolo), oppure trasformarla in oligosaccaridi e zuccheri commestibili. Vai all’articolo … 


La formazione dell’humus

12/02/2016

Conoscere per rispettare la vita