Earth overshoot day: consumiamo la Terra. Vogliamo svegliarci?

02/08/2017

Il 2 agosto sarà il giorno del 2017 in cui il bilancio dello sfruttamento delle risorse diventa negativo, cioè l’umanità ha usato l’intero “budget” di risorse disponibili sul pianeta per l’anno in corso. Svegliamoci, con le nostre azioni dal basso possiamo fare molto, più di quanto si creda. Leggi l’articolo apparso su AAM, oppure vai al sito di Earth Overshoot e fai il tuo test per valutare il tuo stile di vita e la tua impronta ecologica ….

Annunci

Transizione ecologica: intervista a Padre Gaël Giraud

19/06/2016

Padre Gaël Giraud è già una star, giovane economista di grido, passato dal mondo delle banche e della finanza alla Compagnia di Gesù. Sacerdote, non ha smesso di ragionare sulle crisi passate e presenti, individuando una soluzione globale che investe l’economia e la politica, a cui presta il suo impegno. E’ necessaria una Transizione ecologica, come spiega nel titolo del libro best seller, pubblicato in Italia dalla Emi. Non utopico ambientalismo, isterilito dall’ideologia, ma una proposta realizzabile che porti indipendenza dalle diverse troike, cura del Creato, per noi e i nostri figli, pace, nella libertà dal sistema energetico che provoca le guerre e le tragedie umanitarie: sono i temi che hanno ispirato la Laudato Sì di papa Francesco.


La conversione ecologica potrà affermarsi soltanto se apparirà socialmente desiderabile

29/02/2016

faccialangerScritto molto interessante di Alex Langer sul tema della conversione ecologica. Anche se il testo risale al 1994 risulta ancora attuale per tutti coloro che si occupano di sperimentazione sociale volta al cambiamento. Vai all’articolo sul sito della Fondazione Langer ….


Anche se tutti vivessero in un ‘ecovillaggio’, il mondo sarebbe comunque nei guai

29/02/2016

ecovillaggiSiamo abituati a sentire che se tutti vivessero allo stesso modo dei nord americani o degli australiani ci servirebbero quattro o cinque pianeti Terra per sostenerci. Questo tipo di analisi è conosciuta come “impronta ecologica” e mostra che persino le cosiddette nazione europee “verdi”, coi loro approcci progressisti all’energia rinnovabile, all’efficienza energetica e al trasporto pubblico, richiederebbero più di tre pianeti. Come possiamo vivere secondo i mezzi del nostro pianeta? Se scaviamo seriamente in questa domanda diviene chiaro che quasi tutta la letteratura ambientale sottostima grossolanamente ciò che serve perché la nostra civiltà diventi sostenibile. Vai all’articolo …


La mappa della felicità nel mondo

22/03/2015

mappa-felicitaEcco la classifica aggiornata della felicità nel mondo. I paesi ricchi sono anche quelli più felici? Su cosa si basa davvero la felicità? La risposta a queste domande ha cercato di darcele nel 2012 l’Happy planet index, un indice che cerca di misurare la felicità degli abitanti di un paese in base a tre criteri: benessere percepito, aspettativa di vita e impronta ecologica. Leggi l’articolo …


Eco game naturae

29/09/2013

eco-gameE’ in fase di presentazione il nuovo gioco da tavolo “Eco game naturae”, un progetto ludico per allenarci ad
affrontare le criticità ecologiche di un mondo a rischio. La divulgazione di una coscienza ecologica attraverso una modalità cartacea integrata da apporti via web.  Il sito è ancora in costruzione, ma merita di essere tenuto d’occhio.  Ecogame naturae …


Ramjee Singh: Ecologia e non violenza

28/02/2012

Nel filmato, tratto dall’Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche, il filosofo indiano Ramjee Singh, discute delle tematiche ecologiche, mettendole in relazione con il principio gandhiano della non violenza.  Secondo Gandhi, per non commettere violenza non basta astenersi dallo spargimento di sangue, ma è necessario evitare anche lo sfruttamento, la corruzione e tutti gli atti che compromettono l`equilibrio ecologico del pianeta. A tale proposito, gli economisti sono concordi nel prevedere una catastrofe ecologica, peggiore dell’olocausto nucleare, dovuta al progressivo assottigliamento della fascia di ozono e all`esaurimento, nel giro di cinquant’anni, delle risorse della terra. Vai al sito RAI scuola …