Studio di fattibilità per lo sviluppo delle Cooperative di Comunità

11/01/2017

coop-comunitaIRECOOP Emilia Romagna, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, ha realizzato un opuscolo dal Titolo “Studio di fattibilità per lo sviluppo delle Cooperative di Comunità”. Ad oggi non esiste nel nostro paese uno specifico riconoscimento giuridico, a parte la regolazione di alcune specifiche leggi di livello regionale. Le esperienze analizzate, pertanto sono da considerarsi esperienze che si “auto-definiscono di comunità” e che sono state generate su base volontaria al fine di dare risposte ai bisogni individuali e collettivi delle persone rigenerando territori, relazioni, lavoro e attività. La pubblicazione è scaricabile gratuitamente …. 

Annunci

Al via la nuova procedura per il riconoscimento delle startup innovative a vocazione sociale

27/01/2015

impresa-socialePubblicata la nuova versione delle Guide sintetiche sugli adempimenti societari per la startup innovativa e per l’incubatore certificato. In particolare, coerentemente con la Circolare 3677/C emanata ieri dal Ministero dello Sviluppo economico, la guida sintetica per la startup introduce una nuova procedura – estremamente agile e flessibile, fondata sulla rendicontazione dell’impatto sociale, sulla trasparenza e sul controllo diffuso delle informazioni – per il riconoscimento delle startup innovative a vocazione sociale, una particolare tipologia che dà diritto a maggiorazioni dei benefici fiscali sugli investimenti. Vai al sito del Ministero dello Sviluppo Economico ….


Al via il Comitato Scientifico per la Prevenzione dei Rifiuti

14/09/2014

comitato-rifiutiUn’importante anello di congiunzione tra territorio e Ministro, una task force contro lo spreco alimentare, ma anche proposte, coinvolgimento dei portatori di interesse e azioni mirate. Sono queste alcune delle sfide che attendono il “Comitato Scientifico per l’implementazione e lo sviluppo del Programma nazionale di Prevenzione dei Rifiuti”, che si è insediato a Roma. Vai all’articolo ….


Elementi per una Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici

03/11/2013

Lamin-ambiente-adattamenti comunità scientifica internazionale è consapevole che il nostro pianeta dovrà affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici, alcuni già in corso ed altri che potranno accadere in un futuro anche prossimo . Questo accadrà probabilmente anche se le emissioni di gas-serra e di aerosol saranno ridotte significativamente nei prossimi decenni tramite l’attuazione di politiche di mitigazione su scala globale. Infatti secondo le evidenze scientifiche presentate sia nell’ultimo rapporto di valutazione dell’IPCC (AR4-WGII) del 2007, sia nel recente rapporto dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (European Environment Agency, EEA) “Climate change, impacts and vulnerability in Europe 2012 – An indicator-based report” del 2012, nei prossimi decenni la regione Europea ed in particolare la regione del Mediterraneo dovrà far fronte ad impatti dei cambiamenti climatici particolarmente negativi, i quali, combinandosi agli effetti dovuti alle pressioni antropiche sulle risorse naturali, fanno della regione del Mediterraneo una delle aree più vulnerabili d’Europa. Così comincia il documento del Ministero dell’Ambiente datato 12 settembre 2013 …..


Illuminazione pubblica: stop agli sprechi, arriva il progetto ‘Lumière’

09/02/2013

illuminazione_pubblicaAiutare i Comuni a ridurre i consumi di energia elettrica per l’illuminazione pubblica e le emissioni di C02 in atmosfera. Questo l’obiettivo di Lumière, progetto sviluppato dall’Enea e supportato dal Ministero dello Sviluppo economico, per riqualificare il sistema elettrico nazionale, promuovendo l’efficienza energetica. Se, infatti, l’illuminazione in generale rappresenta il 16,4% del consumo annuale di energia elettrica dell’Italia, quella pubblica copre da sola il 12,6% del totale. Per saperne di più ….


In arrivo nuovi incentivi per la mobilita’ sostenibile

29/05/2012

Novità sul fronte della mobilità sostenibile con un contributo economico fino a 5 mila euro per chi acquisterà un’auto a basso impatto ambientale, un piano per realizzare una rete di ricarica per le auto elettriche e tariffe di gas ed elettricità “di favore” nella fase di start up del mercato.
Questo quanto previsto dal testo unificato sull’auto elettrica adottato dalle Commissioni Trasporti e Attività Produttive della Camera e in discussione in Aula il prossimo mese di giugno. Per saperne di più …