Il vero errore di Hubbert

16/01/2018

Sulle previsioni di Hubbert relative al picco del petrolio aleggia ogni sorta di mitologia e disinformazione; persino un serio giornalista d’inchiesta come Greg Palast (per la cronaca, colui che nel 2000 ha scoperto la frode elettorale in Florida ai danni di Al Gore), nel libro Manicomi armati si è lasciato fuorviare da derive cospirazioniste (parzialmente ritrattate nella postfazione) secondo cui Hubbert avrebbe mistificato la realtà per sostenere gli interessi della Shell Oil Company, di cui era dipendente. Leggi tutto l’articolo di Igor Giussani …

Annunci

Effetto rinnovabili in Germania: miniera non scavata e centrale nucleare chiusa in anticipo

08/04/2014

Miniera-Garzweiler-II-in-google-mapsLa Renania Westphalia rinuncia ad estrarre un quarto delle risorse della minera di Garzweiler II ed E.ON chiuderà in anticipo la centrale nucleare di Grafenrheinfeld. In entrambi i casi il basso costo dell’energia indotto dalle fonti rinnovabili non rende più competitivo né il carbone, nè l’Uranio. Vai all’articolo ….


Fukushima, Tokyo ammette: il rischio apocalisse è adesso

29/11/2013

NOAA energy map shows the intensity of the tsunami caused by Japan's magnitude 8.9 earthquakeEra tutto vero: il pericolo Fukushima comincia solo adesso e il Giappone non sa come affrontarlo. Le autorità hanno finora mentito, ai giapponesi e al mondo intero: Fukushima era una struttura a rischio, degradata dall’incuria. Un impianto che andava chiuso molti anni fa, ben prima del disastro nucleare del marzo 2011. Da allora, la situazione non è mai stata sotto controllo: la centrale non ha smesso di emettere radiazioni letali. Tokyo finalmente ammette che, da mesi, si sta inquinando il mare con sversamenti continui di acqua radioattiva, utilizzata per tentare di raffreddare l’impianto.  Leggi l’articolo …


Fukushima, la Tepco ha perso il controllo della situazione.

23/08/2013

fukushimaIl Wall Street Journal – non il ciclostilato dei centri sociali – lo scrive papale papale: a Fukushima la Tepco – la società proprietaria della centrale nucleare con tre reattori in meltdown e multiple perdite d’acqua radioattiva – ha perso il controllo della situazione. Per la precisione il WSJ specifica che questa è l’opinione di molti (non espressamente nominati) esperti nucleari. Ma la sostanza non cambia di una virgola, per farsi un’opinione del genere non è indispensabile essere esperti nucleari: basta seguire il flusso delle notizie. Leggi l’articolo …..


La verità in faccia

05/05/2013

bocca_veritaNegli ultimi tempi il problema dell’energia e della necessità di trovare alternative energetiche occupa uno spazio maggiore nei mezzi di comunicazione, molte volte mascherato da un pietoso manto di preoccupazione ambientale e altre più apertamente posto come un problema di disponibilità economica – anche se ancora rimane lontana la possibilità di accettare che ci troviamo al tramonto del petrolio, con tutte le conseguenze che comporta. Interessante articolo di Antonio Turiel che riporta il tema energetico alla dura realtà …..


Greenpeace: il 99% dell’energia europea può essere creata da rinnovabili

23/01/2013

99energieGreenpeace ha presentato un report nel quale si mette in evidenza che l’elettricità prodotta da energie rinnovabili potrebbe coprire il 99,5 % delle fabbisogno europeo entro il 2050 e il 68% già entro il 2030. L’unica condizione è che il nucleare e i combustibili fossili perdano la loro priorità d’accesso alle reti di distribuzione, lasciando spazio alle fonti pulite. Vai all’articolo apparso su StileNaturale … 


Fukushima, le radiazioni sono il doppio di quelle dichiarate

01/11/2011

La Terra ha subito il doppio delle radiazioni finora dichiarate, dopo l’incidente nucleare di Fukushima l’11 marzo scorso. Per avere l’esatta misura dell’inquinamento radioattivo basta infatti estendere le rilevazioni: se si oltrepassano i confini del Giappone, si scopre che la nube velenosa ha contaminato una vasta area dell’Oceano Pacifico, sul quale peraltro “naviga” un’altra minaccia: l’enorme distesa di rifiuti e macerie finiti in mare in seguito al doppio cataclisma nipponico, terremoto e tsunami, raggiungerà la costa occidentale degli Stati Uniti già nel 2014. Leggi l’articolo su Libre ….