Paglia, legno e standard di casa passiva per l’Enterprise Centre di Norwich

16/04/2017

L’Enterprise Centre dell’Università dell’East Anglia spiana la strada all’utilizzo degli standard della casa passiva negli edifici di grandi dimensioni. Il progetto firmato dallo studio di architettura Architype riesce ad armonizzare le alte richieste di efficienza energetica, l’abbattimento dell’impronta di carbonio e il contenimento dei costi puntando tutto su materiali biosostenibili. La caratteristica principale dell’edificio è l’impiego diffuso della paglia e del legno. Per saperne di più …


La prima casa passiva per il Mediterraneo si costruisce in Puglia

30/07/2012

Una casa passiva per il clima mediterraneo? La stanno realizzando in Puglia, a San Vito dei Normanni. Si tratta di un progetto pilota presentato nel 2009 durante un convegno sull’edilizia biosostenibile e realizzato in collaborazione con l’Università del Salento. Questo progetto prevede il rispetto di tutte le indicazioni fornite dal Passiv Haus Institut, e permette un abbattimento dei costi dovuti al consumo energetico di circa dieci volte rispetto ad un impianto tradizionale, Vai all’articolo completo ….


Eco Casa a San Lazzaro di Savena

03/01/2012

La Eco-Casa nasce prima di tutto nella fantasia del geometra Bolognini, che a fine gennaio 2008 visita la Fiera Klimahouse di Bolzano e ne torna entusiasta, e convinto che la nuova edilizia del futuro risiedesse nelle costruzioni prefabbricate in legno. Il 2008 e il 2009 sono anni di studio intenso sulla bioedilizia e sulle fonti di energia rinnovabili. Ora l’eco casa passiva, cioè a consumo energetico nullo, è una realtà che si può toccare e visitare (previo accordo con i proprietari). Vai al sito ……


Med in Italy: più che una casa passiva!

28/04/2011

Si costruisce in due giorni e si monta in otto e produce quasi sei volte l’energia che consuma . ‘Med in Italy’ è l’abitazione progettata da un team composto da docenti e studenti dell’Università di Roma Tre, assieme al Laboratorio di disegno industriale dell’Università di Roma Sapienza. Per saperne di più vai al sito “MED in ITALY”


Steigereiland 2.0: la casa passiva di FARO Architecten

04/04/2011

Dopo il successo di una residenza a basso consumo energetico sulla Steigereiland a IJburg, FARO Architecten ha portato la propria sperimentazione ad un livello superiore con la seconda versione.
La Steigereiland 2.0 è energy-neutral ed è costruita secondo la teoria “cradle-to-cradle”, ossia“dalla culla alla culla”, fondata da William McDonough, basata sulla visione di un ciclo continuo di utilizzo e riutilizzo di materiali senza produzione di rifiuti.
Per saperne di più vai al sito Edilportale