Studio di fattibilità per lo sviluppo delle Cooperative di Comunità

11/01/2017

coop-comunitaIRECOOP Emilia Romagna, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, ha realizzato un opuscolo dal Titolo “Studio di fattibilità per lo sviluppo delle Cooperative di Comunità”. Ad oggi non esiste nel nostro paese uno specifico riconoscimento giuridico, a parte la regolazione di alcune specifiche leggi di livello regionale. Le esperienze analizzate, pertanto sono da considerarsi esperienze che si “auto-definiscono di comunità” e che sono state generate su base volontaria al fine di dare risposte ai bisogni individuali e collettivi delle persone rigenerando territori, relazioni, lavoro e attività. La pubblicazione è scaricabile gratuitamente …. 

Annunci

Panta Rei, un Centro di esperienze per l’educazione e la formazione alla sostenibilità

08/01/2017

panta-reiCondivisione e consapevolezza, bioedilizia e responsabilizzazione, formazione e relazioni umane. Sono questi gli ingredienti che, sapientemente mescolati alla terra cruda e ad altri materiali del posto, hanno dato vita al Centro di esperienze per l’educazione allo sviluppo sostenibile Panta Rei: un incantevole microcosmo dolcemente incastonato in una cornice naturale di rara bellezza. Situato nel cuore dell’Umbria, regione che ospita molte tra le esperienze più avanzate d’Italia, Panta Rei poggia sulla parte alta di una collina che scende fino al lago Trasimeno ed è circondato dagli alberi. Leggi l’articolo completo su Italia che Cambia ….


Il ruolo della cooperativa di comunità

04/11/2016

coop-cIn un momento in cui le leve tradizionali in mano allo Stato e al Mercato generalmente usate per attivare nuovi percorsi di sviluppo non funzionano più e in molti casi non sono più attivabili è indispensabile ri-attivare il ruolo della società e della comunità. Il tema della rigenerazione urbana e dello sviluppo locale è un banco di prova importante che richiede oggi governance multistakeholder e che postula meccanismi di co-produzione da parte dei soggetti che se ne fanno carico. Leggi l’articolo …


Ugo Bardi sui “limiti dello sviluppo”

13/09/2015

Ugo-BardiBardi ricostruisce il percorso intellettuale che ha portato al libro, ma soprattutto fa la storia dei dibattiti successivi alla sua pubblicazione. Si tratta di una storia piuttosto interessante, che si può sostanzialmente dividere in tre fasi: un grande successo iniziale, seguito da aspre critiche che portarono, a partire più o meno dagli anni 90, all’oscuramento delle tematiche e delle impostazioni teoriche sviluppate nel testo, e infine una ripresa di interesse in tempi recenti. Vai all’articolo …


Dennis Meadows parla della crescita e dello sviluppo

27/03/2015


Al via la nuova procedura per il riconoscimento delle startup innovative a vocazione sociale

27/01/2015

impresa-socialePubblicata la nuova versione delle Guide sintetiche sugli adempimenti societari per la startup innovativa e per l’incubatore certificato. In particolare, coerentemente con la Circolare 3677/C emanata ieri dal Ministero dello Sviluppo economico, la guida sintetica per la startup introduce una nuova procedura – estremamente agile e flessibile, fondata sulla rendicontazione dell’impatto sociale, sulla trasparenza e sul controllo diffuso delle informazioni – per il riconoscimento delle startup innovative a vocazione sociale, una particolare tipologia che dà diritto a maggiorazioni dei benefici fiscali sugli investimenti. Vai al sito del Ministero dello Sviluppo Economico ….


Facciamo resilienza insieme

30/11/2014

facciamo-resilienzaNella nostra società essere resilienti significa, in ultima istanza, essere resistenti a un modello di sviluppo che non sta più in piedi, bollito e fallito. I resilienti sono quelli che riusciranno a sopravvivere alla prossima crisi energetica, quando anche l’ultimo barile di petrolio sarà prosciugato e non avremo più di che sfamare un sistema che fabbrica oggetti, produce energia, alimenta le comunicazioni per mezzo di una sostanza sempre più difficile da ottenere. Articolo di Marco Boschini ….